Tag Archives: sonno

La storia di Luana: Una nuova vita con la paleo

1 Lug

Ho conosciuto la paleo dieta grazie al Dott Luchi, me ne parlò tanto tempo
fa in occasione della malattia di mia mamma…mi documentai ma non
iniziai mai.
All’epoca fumavo 40 sigarette al giorno, la mia salute non era fra le mie priorità evidentemente.
E’ passato circa un anno da quel momento; a gennaio di quest’anno ho smesso di fumare; a maggio ho ritrovato il Dott Luchi casualmente. Ne abbiamo riparlato, ho visto le cose che mangiava ed io ero pronta a perdere peso. Specifico che fino al 28
di maggio soffrivo di insonnia, dolori addominali e dolori articolari tanto da dover prendere un antidolorifico ogni santo giorno.
La mattina del 29 maggio ho preso
l’appuntamento in studio e dalla mattina dopo ho iniziato la mia
alimentazione con l’idea di scendere di peso…ma all’inizio non mi
sembrava di scendere con i kg. Sentivo peró che stava cambiando qualcosa
nel mio fisico. Ho iniziato a dormire senza ricorrere a farmaci, il mio
sonno adesso è quello di un tempo, e la mattina mi sveglio piena di
energie, senza più dolori articolari nè addominali. La mia giornata è
migliore rispetto a prima…la cosa incredibile è che ho iniziato per
il peso e adesso questo è l’ultimo dei miei problemi, nonostante abbia
perso 5 kg in un mese, e la mia taglia non sia più quella di un mese fa. Sono
cambiata…continuo a mangiare paleo per il benessere che provo…non è
un sacrificio stare senza pasta o pane o cereali o latticini (ne consumavo tanti). Anzi, mi sono abituata quasi subito e adesso non ne ho proprio voglia. Mi diverto comunque a cucinare, mangio bene e cose buone, e a differenza delle tante diete che nel tempo ho fatto, non mi stanco di mangiare come sto mangiando perché gli alimenti sono buoni e saporiti. Sto tornando ad essere quella di tanti anni fa, questa mi
sembra la cosa più incredibile…la mia pelle e i miei capelli sono più belli, non ho dolore e dormo..non c’è una sola ragione per cui non
debba continuare nel tempo…che dire…grazie Dott. Luchi di tutto…
Luana

Annunci

Mangiare e vivere in sintonia col nostro DNA: ecco come!

7 Mar

Ho ricevuto molte richieste di mettere giù delle linee guida per una corretta alimentazione e un corretto stile di vita basato su un approccio evoluzionistico.

Quello che dirò serve per capire come si dovrebbe mangiare e muoversi soprattutto. Non è una ricetta  “tutto o niente”. Ognuno ha i suoi tempi e le sue esigenze. Non è una dieta da fare sei mesi e poi abbandonare. Non è neppure una dieta. E’ semplicemente un modo di mangiare e di vivere che tiene conto del fatto che siamo animali, che ci siamo evoluti per 2,5 milioni di anni mangiando certe cose e non altre,  anche muovendoci in un certo modo. Forse le alternative suggerite dalle varie associazioni di medici e dietologi  non hanno prodotto i risultati sperati proprio perchè non hanno tenuto conto di chi siamo e da dove veniamo.

1) MANGIAMO “CIBI VERI”

Siamo “animali” che per oltre 2 milioni di anni abbiamo mangiato quello che trovavamo in natura. Cacciando altri animali, raccogliendo frutta, verdura, tuberi, pescando. Non è stata una scelta cosciente. Semplicemente ci siamo dovuti adattare a mangiare di tutto per sopravvivere. Abbiamo avuto fino a pochi anni fa (finchè l’alimentazione moderna non ha spazzato via quella tradizionale) popolazioni che erano perfettamente sane mangiando quasi esclusivamente grassi, come gli Esquimesi, e popolazioni che erano altrettanto sane mangiando quasi esclusivamente carboidrati (sotto forma di tuberi) come i Kitava. Il punto quindi non è scegliere la giusta proporzione di grassi, proteine e carboidrati nei cibi che mangiamo, il punto è scegliere cibi “veri”, naturali, non fatti dall’uomo. I nostri geni sono quello che sono perchè si sono evoluti e affinati mangiando cibi veri, non artificiali, non creati dall’industria alimentare. Il primo e più importante passo verso una sana alimentazione è ricordarsi questa massima: “Se è fatto dall’uomo non lo mangiare”. L’industria alimentare prospera creando cibi a basso prezzo, appetitosi, imperdibili. Ma è una trappola. La maggior aprte di noi non ha un DNA che si è adattato a questa alimentazione per il semplice motivo che non ne ha avuto il tempo. In genetica qualche migliaio di anni non è nulla. E tantomento qualche decina di anni, come è il caso per molti cibi che troviamo nei supermercati. Forse tra 1 milione di anni avremo degli esseri umani pronti a prosperare con cibi industriali, per ora non è così.

Evitiamo i cibi con un’etichetta!

 

2) MANGIATE PIU’ CARNE E PESCE

Preferite la carne dei ruminanti, come spiego in un altro post (quello sui grassi) di questo blog. Cioè la carne di animali che mangiano erba e foglie. I ruminanti sono bravissimi a prendere dalle piante i nutrienti (noi non lo siamo) e a trasformarli in modo che siano disponibili facilmente per noi. Preferite la carne di ruminanti alimentati ad erba (grass-fed). Preferite i tagli grassi, sono più nutrienti, sono più ricchi di vitamine liposolubili, sono più sazianti e perciò vi tolgono la voglia di abbuffarvi di porcherie fatte dall’uomo durante la giornata. Mangiando questo tipo di carne introdurrete praticamente il 100% dei nutrienti che vi servono per stare in buona salute.

Maiali e pollo vanno bene, ma in seconda battuta, a causa del fatto che sono ricchi di Omega-6, gli acidi grassi “infiammatori”.

Non cadete nella trappola del petto di pollo alla griglia, scondito. Alcune popolazioni danno il muscolo ai loro cani e tengono per se i tagli più grassi. Mangiate i tagli grassi se siete certi che la carne è grass-fed. Mangiate la lingua, il cuore, il fegato degli animali: le interiora sono una miniera di nutrienti.

Via libera a pesci come sardine, sgombri, salmone selvaggio, frutti di mare. I pesci grassi pescati (non allevati con farine) vanno benissimo. I pesci predatori più grossi come il tonno vanno mangiati con moderazione per il problema dell’intossicazione da mercurio delle nostre acque: essi tendono ad essere più facilmente intossicati dal mercurio. Questo non significa che non possano essere mangiati. Semplicemente abbiate l’accortezza di non mangiare sempre lo stesso tipo di pesce di grosse dimensioni.

3) PRENDETE I CARBOIDRATI DALLE PIANTE (NON DAI SEMI DELLE PIANTE)

Non siamo galline. Mangiamo quindi carboidrati che provengono da frutta, verdura e tuberi, come le patate, le patate dolci, il taro, la tapioca (cassava, manioca, yucca). Il motivo è che questi tuberi non sono ricchi di anti-nutrienti come invece i cereali e i legumi. Il riso bianco è una possibile eccezione, in taluni casi. Se vogliamo perdere peso non esageriamo con i carboidrati.

4) EVITATE CEREALI E LEGUMI

Molti post in questo blog spiegano perchè. Idem per i derivati dei cereali come le farine. Sono cibi fatti per gli uccelli (i cereali) e non per l’uomo. Li mangiamo da solo 10.000 anni e il 90% di noi in un modo o nell’altro li tollera poco. Sono ricchi di antinutrienti e poveri di nutrienti. Fatevi un favore: evitateli il più possibile (se proprio vi amate alla follia eliminateli!!!)

5) IL CIBO SI MANGIA, NON SI BEVE

Evitate bibite varie e tutti i beveroni fatti dall’uomo. Eccezioni: 1 caffè ogni tanto, the verde, un buon bicchiere di vino ogni tanto con gli amici. Bevete acqua, fa benissimo e costa poco.

6) CUCINATE CON BURRO, SEGO, OLIO DI COCCO

Gli acidi grassi saturi non si rovinano con la cottura a differenza degli olii vegetali (olio di oliva compreso). Condite anche con crema acida, panna (senza zucchero aggiunto), mayonese fatta in casa con olio di oliva.

7) MANGIATE LE UOVA

Alimento straordinario, soprattutto se proveniente dal vostro contadino di fiducia. Non c’è un limite, è una questione personale. Usatele anche per insaporire altri cibi.

8) EVITATE GLI OLII VEGETALI

Aumentano gli omega-6 nella dieta, il che è un male. Evitateli accuratamente, tranne l’olio di oliva.

8) MANGIATE CIBI FERMENTATI

Straordinari per il vostro intestino. Come i crauti e il kefir, portentoso latte fermentato.

9) MANDORLE E NOCI OK

Senza esagerare perchè fonti di omega-6.

10) LATTE E LATTICINI NO

Se non avete malattie autoimmuni concedetevi ogni tanto un po’ di parmigiano.

11) FRUTTA E VERDURA OK

Se non avete problemi particolari potete mangiare tutti i tipi di frutta (ottimi avocado, noce di cocco e frutti di bosco) e verdura.

12) ATTIVITA’ FISICA

I nostri antenati non facevano maratone o aerobica. Erano piuttosto come i leoni, si muovevano per la caccia e oziavano attivamente per il resto del giorno. Facevano grossi sforzi ma per un periodo limitato di tempo. In pratica quindi: a) fate sforzi molto intensi ma per brevissimo tempo (es: portare quattro sacchetti della spesa pieni per 3 rampe di scale, spostare oggetti pesanti per brevi tratti, andate in palestra 1 volta alla settimana e fate pesi molto intensi ma per non più di 15 minuti) e b) fate una volta alla settimana degli sprint brevi di 30-40 metri per venti minuti di fila. Basta e avanza. Anzi no: giocate coi vostri figli e correte con loro! Lasciate le lunghe ore di aerobica alle signore patite per lo yogurt magro e la fettina di pollo alla piastra!!!

13) SONNO

Dormite 8-9 ore per notte assecondando i ritmi naturali del giorno e della notte.  Riducete la luce in casa col tramonto. Fate buio completo nella vostra stanza (neanche la lucina della TV deve rimanere accesa). Fatevi un bel bagno alla sera coi sali inglesi se volete rilassarvi. Se siete in sovrappeso e non dormite le possibilità di dimagrire si riducono drasticamente. Dormire è il modo più facile e piacevole per perdere peso, ricordatevelo.

14) SESSO

Il sesso è una delle attività più piacevoli e più in sintonia con la nostra natura. Non privatevene. Si campa meglio e più a lungo facendo sesso. Meglio alla sera: la secrezione di certi ormoni che accompagna l’attività sessuale favorisce l’arrivo del sonno. Dormirete meglio e di più dopo, con grandi benefici per la vostra salute e il vostro peso corporeo.